Istruttorie avviate dall’Autorità Garante verso le società di fornitura di energia elettrica.

BENE LE ISTRUTTORIE AVVIATE DALL’AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA

 VERSO LE SOCIETÀ DI FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA.

Confartigianato Polesine approva l’azione con cui l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato quattro procedimenti istruttori nei confronti  di alcune società che operano nelle forniture elettriche, vale a dire Acea Energia, Edison Energia, Enel Energia, Enel Servizio Elettrico ed Eni.

Spiega Marco Marcello, Presidente Provinciale di Confartigianato Polesine: “Non sappiamo a cosa porteranno questi procedimenti, ma riteniamo opportuno verificare se i comportamenti dei fornitori siano rispettosi del Codice del Consumo. Il tema della fatturazione basata sui consumi presunti è reale, soprattutto per i quelli del gas, perché poi arrivano bollette a conguaglio sempre molto elevate, che portano a inevitabili contestazioni con soluzioni in tempi lunghi e, quasi sempre, a scapito dell’utente”. Insomma, raramente il cliente si vede dare ragione. E non è tutto. Aggiunge infatti Marcello: “Riscontriamo anche la difficoltà di far recepire ad alcuni fornitori i dati delle autoletture, che in taluni casi permetterebbero all’utente di pagare per i reali consumi e non quelli stimati.

Infine, non ci pare accettabile che, in presenza di crediti vantati dal fornitore, l’utente – sia esso impresa o famiglia – debba essere messo in mora e pagare velocemente, per non incorrere nel distacco del contatore e, nella migliore delle ipotesi, nella riduzione della potenza disponibile; mentre, nel caso di rimborso dei crediti maturati dagli utenti, alcuni fornitori hanno tempi lunghi per la restituzione del dovuto, in alcuni casi con l’evidente intenzione di compensare le fatture future”.

Conclude perciò il Presidente di Confartigianato: “In questi anni abbiamo visto di tutto: certo, le cose sono migliorate rispetto a tempo fa, ma bisogna sperare di non trovarsi mai in situazioni di errata fatturazione, conguagli o contatori che non funzionano, perché comunque, non avendo competenze specifiche, l’utente parte sconfitto. Per questo suggeriamo sempre, agli Associati di Confartigianato Polesine che si trovassero ad avere problemi con i fornitori, di rivolgersi ai nostri uffici, dove funzionari esperti operano da anni nel settore dell’energia e possono quindi essere di aiuto. L’azione avviata dall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, indipendentemente dai risultati che verranno riscontrati, a nostro giudizio è apprezzabile anche per il semplice fatto di ricordare a chiunque che nel mercato si deve operare sempre e comunque in maniera trasparente”.

Info sull'autore

The Author has not yet added any info about himself

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *