Premi Inail su sicurezza lavoro. Confartigianato chiede maggiore attenzione per le pmi

Ogni anno le imprese che effettuano interventi migliorativi, rispetto a quelli previsti dalla normativa sulla sicurezza sul lavoro, possono presentare, entro il 28 febbraio, la domanda di riduzione del tasso medio di tariffa Inail. Tali interventi devono rientrare fra quelli previsti in uno specifico modulo che, purtroppo, viene modificato di frequente. Come già era avvenuto nel 2014, infatti, anche per l’anno 2015, Inail ha ritenuto di apportare delle modifiche in corso d’anno e, ancora una volta, nel mese di agosto.
Confartigianato Polesine, attraverso il Presidente Marco Marcello, esprime il disagio delle imprese: “Non si comprende il motivo per cui Inail perseveri nel modificare i possibili interventi o attività che permettono di ottenere il punteggio necessario per ottenere la riduzione del tasso medio di tariffa (premio Inail) applicato. Peraltro fa riflettere il fatto che, le modifiche, rendono sempre più difficoltoso l’accesso alla riduzione del premio alle piccole imprese. I nuovi possibili interventi nel 2014 e nel 2015, oggettivamente non motivano le piccole imprese ad effettuare interventi migliorativi rispetto ai già importanti obblighi in materia di sicurezza sul lavoro. Inoltre, molti di questi nuovi interventi sono alla portata delle sole grandi imprese. A questo si aggiunga il fatto che diversi degli interventi possibili fino al 2013 sono stati eliminati e, quindi, non sono più premiati anche se vengono comunque realizzati. Questo nuovo approccio dato dall’Inail, dimostra la distanza che esiste sui temi della sicurezza sul lavoro rispetto alla piccola impresa, che sempre più invece si sta impegnando per ridimensionare ed eliminare i rischi che possono causare infortuni”.
“Abbiamo la netta sensazione – continua il Presidente di Confartigianato Polesine- che Inail rivolga prevalentemente la sua attenzione verso gli interventi ispirati alla responsabilità sociale, che però, con l’impostazione data, non sembra abbiano molto a che fare con la sicurezza sul lavoro. Confartigianato Polesine apprezza che venga data la possibilità di ridurre il premio Inail grazie agli interventi in tema di sicurezza sul lavoro ma non può certo condividere il fatto che le regole cambino in corso d’anno e soprattutto che vengano ridotti i realistici possibili interventi alla portata delle piccole imprese”. “Riterremo più logico – prosegue Marco Marcello – ampliare gli interventi da premiare anziché ridurli come è avvenuto negli ultimi due anni, ridimensionando gli interventi alla portata delle piccole imprese e, soprattutto, chiediamo una maggiore attenzione per quello che le nostre imprese possono effettivamente realizzare. Vale la pena di evidenziare che Confartigianato continua a sostenere la necessità di ritornare ad una situazione ante 2013. Alcuni aspetti sono stati condivisi da Inail, ma, con rammarico, dobbiamo prendere atto che il percorso di modifica degli interventi premiabili, prosegue verso quelli che sembrano più alla portata delle grandi imprese. Una situazione per noi, assolutamente non condivisibile, che ci impone – conclude Marcello – di continuare a sostenere le nostre posizioni nei confronti di Inail, ma anche del legislatore”.

Info sull'autore

The Author has not yet added any info about himself

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *